Prossima data25-09-2018
Posti0/15
Ora21:00
Acquista

Silvia De Leonardis

Ama perdersi in mirabolanti letture, che le danno spunti per studiare nuovi aspetti di opere e artisti. Una volta scoperto qualcosa, lo tiene per sé finché non ne è del tutto convinta: e allora, ma solo allora, te lo racconta.
Profilo

Futurismo

Futurismo.. un parola che viene usata, e abusata, a volte passivamente, ma che resta sempre parte del nostro immaginario collettivo come la rappresentanza italiana nel vasto panorama delle avanguardie che nei primi due decenni del XX secolo hanno rifondato l’idea di arte, artista e fruizione. Cosa facevano i futuristi? In poche parole distruggevano per costruire, provocano per stimolare, osservavano il mondo che cambiava per capirlo. L’impegno interventista non fu che una conseguenza naturale per quel manipolo di artisti i quali credevano che l’artista moderno dovesse necessariamente dedicarsi alla vita attiva e farsi promotore del cambiamento nella società.

Nel corso si analizzano alcune opere esemplificative come Velocità astratta + rumore di Giacomo Balla, Mare = Ballerina di Gino Severini e Forme uniche della continuità dello spazio di Umberto Boccioni. Queste e altre vengono messe in relazione analogica con altre immagini per, da una parte, risalire alle radici dell’immaginario iconografico futurista, dall’altra per indicare quali siano stati gli sviluppi e l’eredità di questo movimento d’avanguardia.

Come funziona

Seleziona il corso e accedi alla tua area riservata

Scegli la data che preferisci tra quelle in calendario

Partecipa al corso il giorno e all'ora indicata